http://stunrise.it/wp-content/uploads/2014/10/thurston-moore-1050x696.jpg

Thurston Moore: un nuovo capitolo dopo i Sonic Youth

Quando in un colpo solo perdi moglie e band, le cose si fanno difficili. Se tua moglie è Kim Gordon e la band i Sonic Youth, una delle band più importanti di sempre, il colpo rischia di essere micidiale. Non lo è stato, apparentemente, per Thurston Moore, che tra tutte le difficoltà, ha trovato una via per ridefinire se stesso come artista e come persona.

Per lui è stata l’occasione di esplorare gli angoli più reconditi del suo inimitabile suono eclettico in differenti situazioni. Il primo passo di questa ricerca è stato Demolished Thoughts, album prodotto da Beck nel 2011, in cui viene approfondita la sua vena più acustica e intima, in una registrazione quasi spirituale, piena di evocativi strati di chitarre acustiche arpe e violini, una vera chicca.

Nel 2012 è stata la sua vena più cruda ad essere sviscerata, quella del noise post punk, con il debutto del suo nuovo gruppo Chelsea Light Moving.

Quest’anno invece è la volta del suo nuovo album solista, disponibile su tutti i media store, The Best Day.

 

Registrato a Londra con la sua nuova band – James Sedwards alla chitarra (Nøught), Deb Googe al basso (My Bloody Valentine) e Steve Shelley alla batteria (già membro dei Sonic Youth) – The Best Day è una sintesi di tutte le sfaccettature dell’anima musicale di Moore, con l’aggiunta di qualcosa di nuovo e interessante.  Per un artista che è sempre stato un innovatore delle sonorità all’avanguardia dell’indie rock c’è poco da dimostrare, ma sicuramente con questo nuovo album Thurston Moore è pronto a iniziare un nuovo capitolo della sua strabiliante carriera creativa.

 




There are no comments

Add yours

Rispondi

Hide