http://stunrise.it/wp-content/uploads/2015/02/sanremo_festival_di_carlo_conti_arisa_rocio_emma_marrone_stunrise_2015.png

Sanremo 2015 Prima Serata: Report e Pagelle

“Niente perdite di tempo” aveva dichiarato l’abbronzatissimo Carlo Conti (merito del sole delle Liguria), quindi dopo 7 ore e 40 minuti di anteprima festival, per la verità ben fatta, si può iniziare.

Se non fosse che ci è voluta un’altra ora a far salire sul palco tutta la famiglia calabrese del papà posseduto dalla provvidenza divina, il Festival scorrerebbe in realtà abbastanza fluido e con una conduzione sicuramente di buon livello.

sanremo_festival_di_carlo_conti_arisa_rocio_emma_marrone_stunrise_2015_famiglia_16_figli
Sarebbe meglio magari ritrovare la voce di Emma, che le è caduta mentre scendeva le scale, e il reggiseno di Arisa (quello non ce l’ha mai avuto).
Rocio? Sì, ok bella, sì ok, brillante, ma spontaneità da acquisire/riacquisire.
I TG e i nuovi TG (Twitter e FB), come ogni anno, hanno parlato di conduttori, fiori, red carpet, focaccia, super ospiti.
Ah… a proposito, i super ospiti. Far cantare Tiziano è stata un’umiliazione a tutti gli artisti in gara. E’ come portarsi Cristiano Ronaldo come compagno di squadra per una partitella tra amici all’oratorio.

Quanto ad Al Bano e Romina…….. beh almeno datevelo questo bacino per regalare un servizio in più ai TG della Rai!

Ma in tutto ciò si sono esibiti anche i primi 10 “campioni” in gara.

IL PAGELLONE DI STUNRISE (in ordine totalmente casuale)

CHIARA 7
Un raggio di sole fresco subito sul palco. Canzone d’amore fin troppo semplice ma la sua voce e la sua brillante spontaneità la portano oltre a “far sembrare tutto Straordinario” [super cit. burlona] sanremo_festival_di_carlo_conti_arisa_rocio_emma_marrone_stunrise_2015_chiara

NEK 6,5
Un nuovo Filippo non rinchiuso nel se stesso degli anni migliori. La falsariga di “A sky full of stars” dei Coldplay si sente, ma ci sta!

LARA FABIAN 4
Si è presentata con la faccia patinata e finta di quella che: “sono figa perché ho cantato coi mostri sacri mentre qui ci sono i pipponi da talent” quindi mi è subito stata sulle palle.
Canta davvero da Dio, ma la canzone e quello che comunica è il nulla cosmico.

DEAR JACK 6-
I nuovi Modà (nel senso: spinti dalle stesse persone nello stesso modo). In realtà risultano addirittura più centrati dei Modà stessi, brano dignitoso ma un po’ tanto scarico. Alessio teso o non pronto per questo palco. Sufficienza tirata

GRIGNANI 5,5
Non ha la chitarra e allora si giustifica con movenze alla Tony Manero. Il brano non sarebbe neanche male ma difficile raccogliere voti con un pezzo così al primo ascolto. Specialmente se si dimentica a casa la voce.

ALEX BRITTI 5
Ok la sua impronta è quella, ma anche basta con questa chitarrina blues. Brano non fresco, nulla che possa piacere nel 2015

ANNALISA 6+
Penalizzata dall’ennesimo groviglio di banalità targate “Kekko dei Modà”. Come da pronostico, fortissima lei, canzone insipida.

DI MICHELE / CORUZZI 5,5
C’è qualcosa di interessante in questa canzone, ma non capisco cosa. Sicuramente il testo scarno ma tagliente; certamente non la voce che mancava un po’ a Grazia (la prenderanno in giro i suoi allievi ad “Amici”?) mentre la Plati si difende se non altro con un’interpretazione che ne mostra un buon lato artistico.

MALIKA AYANE 7,5
“Adesso è qui” si distingue, come ogni brano che Malika abbia mai proposto su quel palco. Ha sempre quel qualcosa in più, in quelle parole giuste nel momento giusto, in quello stile e voce riconoscibile tra mille. Ancora una volta iper-promossa.

sanremo_festival_di_carlo_conti_arisa_rocio_emma_marrone_stunrise_2015_malika

NESLI 4,5
Ma a Sanremo non dovevano essere presentati brani inediti? Una copia di se stesso, un mosaico di suoi pezzi, di giri melodici sentiti mille volte. Peccato, poteva essere la sorpresa assoluta ma risulta piatto anche per le nonne che reputano i rapper ragazzi cattivi!

A domani!!!




C'è 1 Commento

Add yours

Rispondi

Hide