http://stunrise.it/wp-content/uploads/2015/05/radio-italia-live-2015-expo-edition-stunrise-1050x581.jpg

Radio Italia Live 2015: Expo Edition – Report in Pillole

Ci sono così tanti eventi a Milano che stare dietro a tutti – proprio tutti – è impossibile.
Quello che hai segnato sul calendario perché il periodo è quello, perché la location è quella, perché i presentatori sono quelli, perché (più o meno) i cantanti sono quelli è Radio Italia Live. Immancabile per gli innamorati della musica made in Italy.

Quest’anno si tratta dell’Edizione Expo 2015, ma stessa spiaggia, stesso mare, stessa ora, stessi (più o meno) amici.

Arrivo, con un filo di ritardo, alla seconda e ultima canzone del rocker di Correggio, special guest della serata – confesso per niente dispiaciuta , de gustibus – “Urlando contro il cielo”. Ligabue ha dato inizio al concerto, la sua performance è stata la sorpresa taciuta fino a ieri, ed è stata pensata per festeggiare i 25 anni di carriera. Luca e Paolo chiedono se fosse la sua prima volta al duomo, dietro di me uno spettatore risponde “La prima volta che canta gratis” – non sono l’unica a non amarlo. Comunque sì, la sua prima volta.

A seguire, Max Pezzali presenta il nuovo disco Astronave Max e, beh… le ambizioni sono alte, ma “gli anni d’oro” degli 883 sono lontani e ne ha prova quando canta “Tieni il tempo” e “Sei un mito”.

Ecco dunque Alessandra Amoroso e le sue emozioni. Beh, quest’anno toccava a noi piangere quando ha cantato con Luca e Paolo un pezzo dedicato a Ikea sulle note di  Io che non vivo senza te (povero Pino Donaggio!).

Arriva infine il momento, di Fedez, presentato da J-Ax, che alla domanda di Daniele Bossari (presente per la diretta social) se preferisce stare sotto o sopra, risponde che l’anno prossimo tornerà sopra. Il palco.

Fedez , dopo i duetti con Noemi e Francesca Michielin, è preso di mira da Luca e Paolo peri suoi litigi sui social network con i tweet:

 

Non può esserci la pace nel mondo finché c’è Fedez

- Dalai Lama -

 

Non può esserci la speranza finché c’è Fedez

- Papa Francesco -

 

Tutti bravi a Radio Italia Live tranne Fedez

- Luca e Paolo -

 

Nessun litigio, ma permalosetto risponde con Fuori tutto è magnifico.

Nek ritorna all’evento gratuito milanese, ma torna con Laura non c’èSe telefonando… sento un romantico commentare “Perché parla al condizionale e non le fa le cose?” Rispondo: “Dice così la canzone!” “Ah.” Tra l’altro la cantava una cantante-ina proprio ina… la grande Mina!

Gianna Nannini, che per la prima volta è in Piazza Duomo a Milano, si scorda il testo di una canzone ma riparte. La perdoniamo: Radio Italia Live non poteva che chiudersi con la sua Meravigliosa Creatura.

Ampio spazio dedicato ai giovani artisti da Radio Italia 3.0: Giovanni Caccamo, vincitore del Festival di Sanremo tra le nuove proposte, Lorenzo Fragola, vincitore di X Factor, NesliMarco Mengoni (volete ricordarmi che ormai è un BIG?!? anche se devo confessare che il Duomo è rimasto catturato dal guerriero).

Ma non dimentichiamo la novità 2015: l’ospite internazionale Bob Sinclar. Il grande karaoke del Duomo quest’anno ha anche danzato sulla musica del dj.

E Cesare Cremonini? Beh, io sono andata per lui, e come ha dichiarato “Milano si ferma per Radio Italia Live”.

Milano si è fermata per Cremonini, per quanto mi riguarda.




There are no comments

Add yours

Rispondi

Hide