http://stunrise.it/wp-content/uploads/2014/07/resize.jpg

Jaspers – Mondocomio

Se c’è una certezza una, è che i Jaspers non sono l’ordinario. Influenze che vanno dall’hard rock al prog, passando per l’elettronica e il reggae, fino a riuscitissime ballad. Un unirsi di “pazienti” molto diversi tra loro che creano un manicomio di suoni del mondo. Insomma, un Mondocomio.

Le composizioni sono un miscuglio tra sperimentazione e follia, che loro stessi definiscono ‘orgie creative’.

Datato dicembre 2012, il disco tratta di neuropsichiatria, psicologia e psicanalisi, concetti portati all’estremo tanto da chiedersi se il pazzo sia chi esplora la propria follia o chi si nasconde dietro una maschera. Questo equilibrio tra genialità e aberrazione si manifesta nei sei alter ego che prendono vita sul palco: il dottore (cantante) e la sua illusione di onnipotenza, la cavia (cantante) e la sua relazione costante con il dolore, il supereroe (bassista) e il suo eccesso nella capacità di sogno, la macchina (tastierista) e la sua umanità poco più che latente, il businessman (chitarrista) col suo conformismo da status quo e l’inserviente (batterista), maniaco dell’ordine e del controllo. Ne viene fuori un’energia esplosiva, che rende i loro live molto coinvolgenti e divertenti.

Difficile invece dare una connotazione stilistica all’ album. Il disco si apre con Jaspersound, un potente riff dal sapore prog, tra synth e chitarre poderose, che poi si tramuta in un’incalzante strofa ammiccante a sonorità più funky. Già dalla prima traccia si capisce che sarà un viaggio divertente e pieno di sorprese. Ascoltare per credere.

Magistrale il lavoro del basso (soprattutto nella parte in slap di Indiani), sempre accompagnato da una batteria colma di groove; anche le chitarre giocano sul filo dell’inventiva, con sonorità davvero poliedriche. Molto interessante l’arrangiamento di Bastoncino, in cui ogni elemento viene elevato a protagonista, creando una traccia che sorprende per la sua originalità e la sua carica.

Un lavoro in cui è difficile trovare difetti, ricco di spunti e originalità. Ma il mio consiglio è quello di andare a sentire dal vivo questi sei ragazzi, che sul palco hanno una presenza scenica degna delle grandi rockstar. Sarà mica per i travestimenti?

 

Tracklist:

1. Jaspersound
2. Tip tap
3. Divisioni
4. Il maligno
5. Ballerina
6. Indiani
7. Bastoncino
8. Palla di neve
9. Base chiama Jaspers




C'è 1 Commento

Add yours
  1. Jaspers | Stunrise

    […] che vanno dal dottore, al businessman, al supereroe. Il 5 dicembre 2012 esce il loro primo lavoro, Mondocomio, pubblicato sotto etichetta Talking Cat, che in nove tracce raccoglie tutta l’esperienza dei tre […]


Rispondi

Hide