http://stunrise.it/wp-content/uploads/2015/03/maudit_stunrise_cottofrullato_ministri_musica_litfiba_rock_italiano.jpg

Maudit – Maudit: rock sincero e un video sul canale Youtube “Cotto e Frullato”

Direttamente dal canale Youtube Cotto e Frullato ecco qualcosa di un po’ diverso da ciò a cui Teo Youssoufian ci aveva abituato: i Maudit. La band – Davide Carrone  (voce e chitarra), Rino Cipollaro (chitarra), Andrea Vernò (basso) e Jgor Ogniben (batteria) – nasce a Milano nel 2011 e, dopo numerosi live. registrano al Massive Arts Studio il primo album omonimo, uscito il 24 Marzo.

Tutte le sette tracce hanno qualcosa da dire: sono, cito testualmente, “lettere aperte” dirette ad ognuno di noi, riguardanti diversi temi affrontati con sincero desiderio di aiuto. Musicalmente l’influenza dei Ministri è evidente, ma si ritrovano anche sonorità alla Litfiba e Foo Fighters, solo per citarne alcuni e far capire la varietà di rock che offrono.

Apre il disco il singolo Tempi migliori, molto orecchiabile ma non per questo banale, anche se mi sarei aspettato un ritornello strumentalmente più aggressivo. Nota di merito spetta al video, che vanta la presenza di due attori professionisti e del già citato regista Teo Youssoufian dal canale Youtube Cotto e Frullato, che realizza un lavoro molto coerente col testo.

La qualità degli arrangiamenti risalta nelle tracce successive: le due chitarre permettono di giocare di arpeggio, che dà continuità e conferisce un sentore più “pop” a un pezzo con ritmi quasi punk rock, come nel caso di Colpevole, molto riuscito. Chitarre che nell’ intro di Schiavo ricordano il suono dei Clash, pur discostandosi molto da essa. Juliet è il brano che meno mi convince rispetto agli altri ma dopo l’aggressività dei pezzi precedenti una pausa (ma non troppa) è doverosa, prima di riesplodere e chiudere in bellezza con Cattivo.

I Maudit aprono spiragli interessanti nel panorama della musica italiana in lingua madre.

In un periodo in cui si tende a snobbare i gruppi rock nostrani – indie a parte, volenti o nolenti – arrivano questi ragazzi che, senza troppi giri di parole, dicono cosa pensano, e lo fanno pure con raffinatezza musicale. A questo punto ci si potrebbe chiedere chi, tra i “novellini” Maudit e il già noto canale Youtube Cotto e Frullato, abbia guadagnato di più da questa collaborazione.

VOTO:  4 su 5

 

Bonus

  • testi in italiano diretti e espressivi
  • raffinatezza degli arrangiamenti
  • orecchiabilità

Malus

  • a volte si potrebbe “pompare” di più con gli strumenti

 

Tracklist:

  1. Tempi migliori
  2. Milano
  3. Colpevole
  4. Schiavo
  5. Alta tensione
  6. Juliet
  7. Cattivo



C'è 1 Commento

Add yours

Rispondi

Hide