http://stunrise.it/wp-content/uploads/2015/07/gosoundrtrack-go-soundtrack-grimo-oper-royalty-free-image-music-videomaking-filmmaker-film-maker-movie-1050x598.png

GOSoundtrack: colonne sonore originali gratis su gosoundtrack.com

Fino a pochi anni fa, fare un cortometraggio, girare un videoclip o realizzare addirittura un lungometraggio di buona qualità, significava avere tanti, ma proprio tanti soldi da investire. Poi arrivarono le reflex a rivoluzionare la situazione, fornendo la possibilità a tanti di girare materiale di livello molto alto a prezzi molto, molto bassi. Quel che non è cambiato però, è che “fare un video” non significa semplicemente mettere soggetti in movimento davanti ad una telecamera, per quanto buona essa sia. Perché si raggiunga un livello comunque professionale serve strumentazione – dal treppiede alla steadycam passando per follow focus, filtri nd, faretti e pannelli riflettenti – serve costoso software – programmi di montaggio effetti speciali e relativi plugin di terze parti – e ultima ma non ultima, serve la musica.

“Facile” verrebbe da dire. Di musica è pieno il mondo. Ma di tutta questa musica, da quella commerciale main stream al disco della band che suona all’oratorio dietro casa alla festa estiva, quanta si può realmente utilizzare senza pagare? GoSoundtrack risponde a questa esigenza. Diversi musicisti, di diversa formazione e con diverse sensibilità si sono uniti a Marco Grimaldi nel suo progetto GoSoundtrack allo scopo di fornire un database, in costante crescita, di musica royalty free, disponibile al download e all’utilizzo di chiunque, e registrate con licenze Creative Commons. L’unica regola? L’inserimento degli autori nei credits.

Il servizio risponde alle caratteristiche fondamentali per essere al passo col 2015. E’ due volte open, nel senso che non impone vincoli di sorta agli utilizzatori e permette a musicisti che volessero entrare nel roster di autori di candidarsi. E’ dinamico, dal momento che offre un database già molto vasto, indicizzato per categorie, ed in costante crescita. Ed è scalabile, perché la musica di base è scaricabile gratuitamente, ma quando anche piacessero i pezzi proposti ma nessuno fosse realmente adatto ad una particolare scena, è possibile contattare direttamente i musicisti del sito e chiedere un lavoro ad hoc, ed una collaborazione più profonda e mirata.

GoSoundtrack è tra i primi esperimenti di questo genere in Italia. Stunrise si avvale già da tempo della collaborazione di questi ragazzi, i cui numeri, quanto a download, sono già notevoli dopo pochi mesi di presenza online. Il progetto è certamente innovativo e coraggioso, perché, tra i pochi in Italia, non parte dall’assunto del “del doman non v’è certezza, fottiamo tutto il fottibile oggi senza preoccupazione per il futuro” ma guarda avanti, in una prospettiva matura e consapevole del fatto che gli anni ’90 sono finiti, e con essi anche il vecchio modello di business. Non c’è massimo risultato col minimo sforzo, bensì, uno studio lungo e minuzioso di cosa il mercato richieda e di come rispondere a questa domanda. Questa è l’unica prospettiva utile per un paese ancora irrimediabilmente attaccato al “chiangi e fotti” (piangi e fotti) ma che da queste piccole realtà può trarre esempio per darsi un domani di maggiore competitività col resto del mondo occidentale di cui ci dichiariamo parte ma del quale siamo al massimo la città vecchia, una stanca periferia dal passato nobile e dal presente fumoso.

Il sito lo trovate cliccando QUI




There are no comments

Add yours

Rispondi

Hide