http://stunrise.it/wp-content/uploads/2015/05/tiromancino-stunrise-live-club-milano-concerto-trezzo-sull-adda-1050x831.jpg

C’è ancora spazio per la poesia nella musica? Tiromancino in concerto a Milano

Diamo subito l’informazione fondamentale dell’articolo. Questa sera, 15 maggio 2015, i Tiromancino sono in concerto al Live Club di Trezzo sull’Adda.

Non sono proprio di primo pelo, i compari di Federico Zampaglione, ma al contempo non sono nemmeno iscritti a quell’albo di musicisti italiani che dominavano, dominano e domineranno a prescindere le classifiche di vendita solo perché negli anni ’90 – i benedetti anni ’90 – si chiamavano Vasco Rossi, Ligabue, Pausini, Ramazzotti e compagnia cantante.

Hanno un loro sound, che riconosci dopo aver sentito tre brani qualsiasi, e che non si sono mai sforzati di rivoluzionare, ma questo non basta a rendere i loro dischi semplici fotocopie sbiadite di quelli degli anni migliori. Perché? Perché è uno dei rari casi in Italia di chi sa come si fa la musica e possiede la grammatica dei sentimenti, l’x-factor utile a dare un’anima ed un mood chiaro ad una fila ordinata di note. E’ nei piccoli dettagli degli arrangiamenti – al contempo orecchiabili e stratificati, arricchiti da particolari ricercati in ambito di elettronica e sound design che rendono all’orecchio melodie semplici da ascoltare con le orecchie e col cuore – che si cela la differenza rispetto a chi alla lunga finisce per ripetersi e imitarsi, incapace di rinnovarsi. Il tutto con la voce e le parole di Zampaglione, che racconta storie semplici con quel suo timbro pacifico e malinconico che ti farebbe venir voglia di abbracciarlo e dirgli “andrà tutto bene amico mio… passerà… passerà…”.

Tutto qui. E’ davvero tutto qui quel che c’è da dire.  E’ dai tempi di La descrizione di un attimo, quinto album in studio che ha visto l’ingresso nel gruppo del geniale Riccardo Sinigallia, che i Tiromancino non sbagliano un colpo.

Questo, al di là dei meriti tecnici, perché mirano al più alto e ammirevole obbiettivo che la musica possa porsi:

emozionare condividendo storie dipinte nell’aria con le pennellate invisibili di una voce, una chitarra e l’ispirazione che ti sa regalare la vita se le permetti di scorrere libera dentro e intorno a te.




There are no comments

Add yours

Rispondi

Hide